Dott. Riccardo Setti
Psicologo-Psicoterapeuta a indirizzo Sistemico-Relazionale

Breve autopresentazione

Nato a Modena nel 1962, la vita mi ha condotto agli studi umanistici del Liceo Classico e successivamente agli Studi Universitari di Psicologia, a Padova. La motivazione di base, la spinta decisionale verso la Psicologia è scaturita dal mio desiderio, ancora immaturo,  di occuparmi una volta “grande-e-preparato”, degli Altri, del loro benessere fisico e psicologico. Il mio pensiero programmatico era allora, forse genericamente (come spesso fanno gli adolescenti) rivolto alle persone, soprattutto a quelle in situazioni di dis-agio cui avrei voluto e potuto un giorno dare una mano con le mie doti umane e professionali.

In quel periodo delle grandi decisioni personali mi sono così temerariamente catapultato in un mondo nuovo, quello dello studio e della conoscenza delle persone, del loro funzionamento normale e patologico. Progressivamente, anno dopo anno, sono stato assorbito all’interno di un processo personale continuamente teso a dover affinare la mia sensibilità, la capacità di Ascolto e di empatia, la comprensione dell’Altro e la cooperazione. Tale processo di Formazione Personale continua tuttora, nella quotidianità di questa professione, che amo e considero altamente stimolante anche come fattore di crescita.

Io penso che uno degli ingredienti fondamentali di questo lavoro consista nella  curiosità  e nella ricerca nei confronti della realtÄ‚  e delle Persone. L’opposto di questo atteggiamento proattivo  comporterebbe una sorta di distacco che non credo possa appartenere alla nostra professione, vista la nostra comune condizione di esseri “culturali”, naturali e sociali.

Tuttavia, è vero,  assistiamo a fenomeni, sempre più all’ordine del giorno come la povertà, il degrado sociale, l'indifferenza verso l'Altro, l'abitudine quasi passiva ad eventi difficilmente immaginabili, la corruzione ad ogni livello, la violenza di ogni genere… Bisogna convivere, affrontare e se possibile combattere queste contingenze.  Penso che non dovremmo mai accontentarci o rassegnarci ad inquietanti livelli di disagio e di insoddisfazione quali elementi ineluttabili della nostra esistenza.
Per questi ed altri motivi ho scelto un percorso di studi e professionale che considero anche la realizzazione di un giusto e necessario impegno, personale e sociale. Trovo a dedicarmi a ciò che, essendo il mio mestiere, mi è comodo e piacevole fare ogni giorno: vedere persone, ascoltarle, dedicarmi a loro nell'ottica di relazione di aiuto e di cura.
Ma la Vita non è solo Lavoro, mi interesso anche di musica, lettura, scrittura, fotografia, amo la vita, la mia famiglia e i miei Cari. E poi andare in giro, vedere e incontrare persone, partecipare… questo rende le giornate soddisfacenti, anche se a volte si rientra a casa con qualche traccia emotiva o ricordo legato ad un incontro o una situazione che non va proprio benissimo…
Questo sono in breve Io, svolgo la professione Psicologo-Psicoterapeuta e mi sento di dire che lo faccio con passione.

Hai bisogno di informazioni e chiarimenti? Hai dubbi?

E-mail